GLI INVESTIMENTI DI FRANPLAST NEL SETTORE R&D

Gli anni 2017 e 2018 si sono dimostrati rilevanti per Franplast, in particolar modo per quanto riguarda l’innovazione tecnica. Gli investimenti effettuati nel settore Ricerca e Sviluppo sono stati molteplici.

Alcuni degli strumenti acquistati sono destinati alla sostituzione di apparecchiature già esistenti, come per esempio il nuovo dinamometro. Alla misurazione delle capacità meccaniche, è stato implementato un altro utilizzo: il Peeling Test. L’adesione chimica dei provini realizzati con la pressa 2K viene esaminata al fine di identificare il materiale più adatto per le varie applicazioni.

La restante parte degli strumenti acquistati (che occupa la percentuale maggiore degli investimenti) rappresenta una novità: così come l’acquisto della pressa 2K, si tratta di nuove scelte effettuate dall’azienda al fine di rendere la fase di processo più facile per il cliente. Lo scopo dell’utilizzo di questi nuovi macchinari è l’identificazione della natura chimica dei componenti di un compound attraverso analisi approfondite e specifiche.

Infine, troviamo gli strumenti riservati all’analisi di problemi particolari, come per esempio il microscopio con un software di elaborazione immagini implementato, che viene utilizzato per lo studio dei difetti e/o osservazione di specifiche richieste dei clienti.

I recenti investimenti nel settore R&D, dimostrano la determinazione di Franplast nel costante studio dei materiali 2K e l’orientamento alla soddisfazione delle specifiche richieste dei clienti.